GITE  e  mostre   



VIETNAM e CAMBOGIA
20 Gennaio - 3 Febbraio 2018


L’Indocina vive un momento di tranquillità politica ed economica e risulta, oggi, uno dei posti più sicuri per il turismo. Visiteremo il Vietnam e la Cambogia per scoprire le antiche culture Khmer e Cham, per apprezzare l’ammaliante bellezza naturalistica e per conoscere il volto attuale di questi due paese, densi di problemi e di contraddizioni.
                                            
PROGRAMMA
Sabato 20 gennaio
Ore 7,00: partenza da Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il distributore Agip di Madonna dell’Olmo, lato via per Torino – segnalare in agenzia se si sale in questo parcheggio) per Milano-Malpensa. Volo delle 12,40 per Singapore con arrivo alle 7,35.

Domenica 21 gennaio
Ore 7,35: arrivo a Singapore. Proseguimento per Hanoi alle 9,20 con arrivo nella capitale vietnamita alle 11,40.
Pomeriggio dedicato alla visita dei piú classici luoghi della capitale del Vietnam. Passando davanti all'imponente Mausoleo di Ho Chi Minh si entra nel parco di quella che fu la Residenza del Governatore Generale d'Indocina e qui si trova la casa in cui visse il presidente. Non distante sorge la deliziosa "Pagoda a pilastro unico" eretta nel 1049 e di fronte ad essa il tempio del genio Quan Thanh. Si raggiunge poi il Van Mieu, il “Tempio confuciano della Letteratura”, che fu la più antica Università asiatica e risale al 1070. Nel cuore della città si trova il “Lago della Spada Restituita” con l'isolotto del tempio della Montagna di Giada.
La giornata si conclude con circa un’ora di sogni con il Water Puppet Show, uno spettacolo unico al mondo dove gli attori sono delle marionette in legno che sullo scenario dell’acqua fanno rivivere antiche storie tradizionali, scene di vita quotidiana e vicende tratte da leggende popolari.
Trasferimento in hotel (The Ann Hanoi o similare), cena e pernottamento.

Lunedì 22 gennaio
Occorrono circa due ore e mezza di percorso sulla strada del Sud per recarsi da Hanoi a Ninh Binh e di qui raggiungere Hoa Lu, storico sito che fu capitale del Vietnam dal 968 al 1010. Qui anticamente giungeva il mare costellato di isolotti e scogli emergenti fino a che i detriti alluvionali recati dai fiumi non colmarono la distesa marina. Si è cosi disegnato un incredibile paesaggio dove dalle vaste piane di risaie solcate da un quieto corso d'acqua emergono scoscese formazioni rocciose non dissimili da quelle che più a Nord creano l'incredibile scenario della baia di Ha-long. Barche a remi risalgono il fiume fino a quando questo non sembra scomparire in una fessura orizzontale che taglia la base di un massiccio blocco di pietra e si entra nella prima delle tre caverne, Tam Coc. Si ritorna alla luce ma poi per altre due volte il fiume si immerge nell’oscurità di altre grotte fino a che la navigazione termina in un sorprendente anfiteatro naturale dove i verdi picchi rocciosi fanno corona ad un lago di canneti e risaie.
Poco resta della antica capitale se non alcune tracce delle mura, ma è stato ricostruito uno dei monumentali portali che un tempo davano accesso alla città reale. Il ricordo degli antichi sovrani si conserva comunque ancora intatto nel grandioso e suggestivo Tempio dinastico dei Dinh, ricostruito per onorare la loro memoria. Pranzo. In serata rientro ad Hanoi.

Martedì 23 gennaio
Trasferimento da Hanoi a Halong Bay. Percorrendo il basso corso della valle del Fiume Rosso, si effettuerà una sosta al villaggio delle ceramiche di Bach Dang per conoscere la produzione locale di sete, ceramiche e sculture in pietra. Si prosegue per la visita della baia di Halong, chiamata da molti l’“ottava meraviglia del mondo”. La visita si effettua con una tradizionale giunca in legno, accuratamente restaurata, che si addentra tra la miriade di isole, isolotti, faraglioni e scogliere entro le quali si aprono grotte ove stalattiti e stalagmiti disegnano straordinarie e sorprendenti scenografie. Pranzo e cena a bordo della giunca. Pernottamento nella giunca.

Mercoledì 24 gennaio
La mattinata é ancora dedicata alla scoperta delle più nascoste meraviglie della baia. Brunch a bordo della giunca.
Nel pomeriggio trasferimento via terra all’aeroporto di Hanoi e imbarco su volo di linea nazionale con destinazione Hue. Arrivo e trasferimento in Hotel (Moon light Hue o similare). Cena e pernottamento.

Giovedì 25 gennaio
Pensione completa. Mezza giornata dedicata alla visita (in ciclò) della città imperiale di Hue dove gli imperatori Nguyen fecero edificare nel 1802 la grandiosa cittadella con la “cittá proibita”, secondo i dettami della geomanzia cinese. Si prosegue con la visita della Pagoda della Dama Celeste, la Thien Mu, situata sulla sponda sinistra del Huong Giang, il Fiume dei Profumi, e si continua con il Mausoleo funebre dell’imperatore Tu Duc.
Trasferimento a Danang/Hoi An nel tardo pomeriggio. Sistemazione presso l’hotel Hoi An (o similare). Cena e pernottamento.

Venerdì 26 gennaio
Pensione completa. Mezza giornata per Hoi An. Il giro, a piedi, comprende la visita dei luoghi piú suggestivi della cittadina: una pagoda cinese, il ponte giapponese, una tipica casa di antichi mercanti, la fabbrica della seta.
Mezza giornata di visita di Danang. L’escursione in pullman inizia con la visita del prezioso Museo dell’arte cham, ricco di statue e bassorilievi dell’antico regno Campa; si prosegue poi visitando la “Montagna di marmo”, che in realtà é di granito, con pagode e grotte sacre che si susseguono in un paesaggio quasi surreale. Volo aereo per Saigon. Arrivo e trasferimento all'Hotel Vissai Saigon (o similare). Cena e pernottamento.

Sabato 27 gennaio
Pensione completa. Escursione in pullman di mezza giornata verso la regione occidentale con soste per una visita in una fabbrica artigianale di gallette di riso e per cogliere le immagini della vita agreste con bufali immersi nell’acqua degli stagni e uomini e donne al lavoro nelle risaie. Si giunge a Cu Chi dove fin dai tempi della guerra contro i Francesi i Vietnamiti iniziarono a costruire una autentica cittadella sotterranea che poi i Viet Cong ampliarono durante la lotta contro gli Americani, costruendo una rete di oltre 250 chilometri di
cunicoli e gallerie che giungevano fino alla città di Saigon. Durante la visita si vedrà un filmato riguardante la vita nei tunnel e la lotta dei Viet Cong.
Nel pomeriggio, mezza giornata di visita in pullman di Saigon “coloniale”. La visita ha inizio con il grande mercato coperto di Ben Thanh, il simbolo stesso della cittá; si prosegue poi per il “Museo dei crimini della guerra”, tragica e eloquente testimonianza degli orrori della guerra. Il periodo coloniale rivive davanti all’edificio delle Poste disegnato da Gustave Eiffel e la neo-romanica cattedrale di Notre-Dame.

Domenica 28 gennaio
Pensione completa. Viaggio nel cuore delle località piú suggestive del delta del Mekong. Si raggiunge un imbarcadero sul Mekong dove con piccole imbarcazioni locali si penetrerà nei rami del fiume fino al pittoresco mercato galleggiante di Cai Be. Trasferimento poi alla volta di Chau Doc, con visita di villaggi tipici, villaggi galleggianti e mercati. Pernottamento e cena a Chau Doc al Victoria Nui Sam Lodge (o similare).

Lunedì 29 gennaio
Pensione completa. Valicata la frontiera con la Cambogia si risale il Mekong inferiore su una barca veloce che impiega circa 4 ore per raggiungere Phnom Penh dopo avere attraversato lo stupendo paesaggio fluviale con colture e villaggi che si affollano sulle rive e che, con la loro diversità, rendono evidente il passaggio tra i due paesi, tra due culture e due modi di vivere diversi. Arrivo e trasferimento all’hotel Phnom Penh (o similare).
Mezza giornata dedicata alla parte classica della capitale della Cambogia con la visita del Museo Nazionale, prezioso scrigno che racchiude i capolavori della scultura khmer dal V al XIII secolo, e dell’area del Palazzo Reale con la Sala del Trono, in cui ancora oggi il Sovrano concede le sue udienze, e del contiguo complesso della Pagoda d’Argento.

Martedì 30 gennaio
Pensione completa. Trasferimento all'aeroporto e volo per Siem Reap. Arrivo e trasferimento all’hotel Angkor Palace resort (o similare).
Mezza giornata dedicata alla visita dei templi posti fuori dall'ordinario circuito. Banteay Samre è uno stupendo santuario del XII secolo che è stato oggetto di uno dei più riusciti e accurati restauri. Più a Nord si trova Banteay Srei, la “Cittadella delle Donne”; incorniciata da una stupenda vegetazione. E’ un miracolo di eleganza e armonia con stupendi bassorilievi che rappresentano una delle vette dell'arte figurativa khmer. Sulla via del ritorno sosta al silenzioso, sorprendente Krol Ko del XIII secolo.

Mercoledì 31 gennaio
Pensione completa .Intera giornata dedicata alla visita dei templi di Angkor, la più estesa area archeologica del mondo dove gli archeologi classificarono 276 monumenti di primaria importanza. Il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è comunque Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza.
Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione ed il visitatore non riesce più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura.
Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario. Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

Giovedì 1 febbraio
Pensione completa Una delle più antiche costruzioni sacre ad Angkor è Prasat Kravan del 921: cinque santuari dedicati al culto di Vishnu, costruiti in mattoni. Sempre il mattone venne utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del grande bacino del Baray orientale. Nove anni più tardi Rjendravarman fece erigere il Pre Rup, grandioso tempio-montagna dai caldi colori ocra. L'uso dell'arenaria trionfa nel possente Ta Keo, mentre i temi della classicità trovano prima espressione nel delizioso Thommanon.
Dal perfetto rettangolo del bacino del "Bagno reale", Srah Srang, si inizia il percorso fra i santuari del XII secolo: il monastero di Banteay Kdei, la "Cittadella delle Celle"; il mistico e silenzioso Ta Som; l'enigmatico e sorprendente Neak Pean ed il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, il tempio della “Sacra Spada”. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

Venerdì 2 febbraio
Si percorre in pullman la strada che conduce ai piedi del Phnom Krom dove sulle rive del Grande lago sono ormeggiate decine e decine di barche che ospitano le case galleggianti del villaggio dei pescatori: una comunitá di “nomadi del lago” che si spostano sulle acque del Tonle Sap per seguire le stagioni della pesca, e che qui hanno le loro abitazioni, le scuole, la chiesa, i negozi, gli uffici pubblici, gli allevamenti di pesce, tutti costruiti su barconi e piattaforme galleggianti che si alzano e abbassano seguendo il regolare ritmo delle piene del lago. Pranzo in ristorante tipico. Trasferimento all’aeroporto e alle ore 15,10 partenza per Singapore con arrivo alle 18,45. Trasferimento in albergo (hotel M social). Cena libera.

Sabato 3 febbraio
Mezza giornata di visita guidata di Singapore: si raggiunge la foce del Singapore river per ammirare il Merlion, simbolo della città, statua con testa di leone e corpo di pesce. Accanto sorge il Marina Bay Sands Casinò, una costruzione moderna con una sagoma di una barca sul tetto e con lo “Sky park” al 57° piano da cui si gode uno spettacolare panorama della città e dell’isola. Marina Bay è oggi il cuore della città con palazzi futuristici che contrastano con i vecchi edifici in stile coloniale, come il Victoria Theatre,  e l'Empress Palace Building.
A seguire l’immersione nel verde del rinomato Giardino Botanico dove c’è la più grande collezione di orchidee al mondo, con 60.000 piante esposte in uno scenario naturale. Passaggio obbligatorio in Orchard Road che ha la nomea dello shopping paradise con migliaia di negozi di qualsiasi articolo. Interessante è anche Chinatown.
Pomeriggio a disposizione per lo shopping ed altre visite. Pranzo e cena liberi.
Trasferimento all’aeroporto e alle 23,45 partenza per l’Italia.

Domenica 4 febbraio
Ore 5,55: arrivo a Milano-Malpensa. Proseguimento per Cuneo con arrivo previsto intorno alle 10.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: € 3600,00 con un minimo di 16 partecipanti; € 3540,00 se i partecipanti saranno più di 21.
Supplemento camera singola:  € 580,00
Cambio euro/dollaro 1,08
La quota comprende: tutti i trasporti; sistemazione alberghiera (hotel 3/4 stelle) con trattamento di pensione completa, eccetto a Singapore dove è previsto solo il pernottamento e la prima colazione; le guide locali parlanti italiano, tutti gli ingressi in programma, l’assicurazione medico-bagaglio.
Non sono compresi: i visti di ingresso  (€ 35 per la Cambogia; nessun visto è al momento previsto per il Vietnam), le bevande, le mance, gli extra personali e le tasse aeroportuali (indicativamente 80/90 €).
Occorre il passaporto con almeno 6 mesi di validità e 2 fotografie formato tessera.
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di giovedì 21 settembre, versando un acconto di € 1000,00. Il saldo andrà effettuato entro il 16 dicembre .
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio al prezzo di € 138,00.


BOLOGNA, FICO E LA MOSTRA REVOLUTIJA
14 -15 APRILE 2018


Bologna è una delle più belle città italiane, ricca di monumenti e di storia. Da poco, a Bologna, Eataly Word ha aperto il più grande parco agroalimentare del mondo: Fico, acronimo di Fabbrica Italiana Contadina.
In una superficie di 10 ettari, 150 aziende producono, presentano e vendono i loro prodotti, che rappresentano il meglio della produzione italiana. Non è, quindi, solo un grande centro commerciale. Ci sono campi dimostrativi con oltre 2000 cultivar, 200 capi di bestiame negli allevamenti, fabbriche che qui producono direttamente, come il birrificio Baladin. E poi ristoranti, negozi, bazar. Tutto sul cibo di qualità.
Per i cento anni della rivoluzione russa è in corso la mostra “REVOLUTIJA, da Chagal a Malevich, da Repin a Kandinsky” , 70 capolavori assoluti provenienti dal Museo di Stato russo di San Pietroburgo, che raccontano  come quel grande movimento abbia visto e vissuto la rivoluzione.
 
PROGRAMMA

Sabato 14 aprile
Ore 6,00: partenza da Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il mercato delle uve alla rotonda di Gesso – segnalare in agenzia se si sale qui).
Ore 11,00: arrivo a Bologna e inizio visita guidata di Fico (durata un’ora e mezzo). Al termine tempo libero per visite individuali. Cena libera nei ristoranti di Fico. Dopo cena sistemazione presso l’hotel Europa (4 stelle).

Domenica 15 aprile
Ore 8,30: visita guidata della città di Bologna con la piazza di Nettuno, il Duomo, le torri pendenti, le chiese di San Domenico e San Francesco, i palazzi. Pranzo libero
Ore 15/15,15: visita guidata della mostra Revolutija.
Al termine della visita, tempo a disposizione.
Ore 18,00/18,30: partenza con arrivo a Cuneo previsto per le 23,00/23,30.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: € 175 ,00
Supplemento camera singola: € 40,00
La quota comprende: il trasporto in pullman, il pernottamento con prima colazione, l’assicurazione, l’ingresso alla mostra Revolutija, le guide.
La quota non comprende: le mance e gli eventuali ingressi a Bologna.
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire da venerdì 12 gennaio, versando un acconto di 50,00 €.
Il saldo andrà effettuato entro il 16 marzo.
Assicurazione annullamento del viaggio: € 20,00.


AZZORRE  - NATURA, BALENE, FESTE
30 APRILE - 8 MAGGIO 


In mezzo alla vastità azzurra dell’Atlantico, Madre natura ha creato una terra di straordinaria bellezza. Il remoto arcipelago delle Azzorre è composto da 9 isole, tutte di origine vulcanica. Rigogliose foreste circondano sorgenti e laghi nei crateri ormai spenti e ovunque si trova una flora spettacolare. In questo mondo incantato sopravvive un’antica cultura che si esprime particolarmente nelle feste religiose.

PROGRAMMA

Lunedì 30 aprile - cena
Ore 6,00: partenza da Corso Giolitti, davanti alla Reale Mutua Assicurazione, per Milano Malpensa (altro punto di carico: il distributore Agip di Madonna dell’Olmo - segnalare in agenzia se si sale qui).
Ore 11,25 volo di linea per Lisbona con arrivo alle 13,15. Proseguimento per l’isola di Faial alle 15,00 con arrivo alle 16,45. Trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

Martedì 1 maggio - pranzo
Si parte dal grazioso villaggio di Horta per raggiungere la Caldeira  do Faial, il cratere da cui l’isola trae origine. E’ una riserva naturale con vegetazione endemica e panorami particolari in cui le ortensie fanno da confine tra un parco e l’altro. Si prosegue lungo la costa settentrionale verso il parco di Capelo con sosta a Capelinhos, la zona semidesertica dell’isola e luogo dell’ultima eruzione del 1957 in cui 2000 persone hanno perso la casa. Visita del Centro Vulcanologico. Pranzo lungo il percorso. Pomeriggio visita del giardino botanico di Faial, che ha una notevole collezione di piante endemiche delle Azzorre. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

Mercoledì 2 maggio - pranzo
Trasferimento di prima mattina in traghetto all’isola di Pico, il cui nome deriva dal maestoso monte che domina l’isola.
Arrivo a Madalena e visita del villaggio di Cachorro con le sue particolari formazioni laviche, nel quale il mare ha scavato cunicoli e passaggi. A San Roque, prosperoso centro per la caccia alle balene nel XIX secolo,  è prevista una sosta in una vecchia stazione baleniera per capire come venivano catturati e utilizzati questi enormi cetacei. Escursione al lago di Capitão e visita del museo della balena di Lajes. Pranzo durante il percorso. Proseguimento per la visita di Criação Velha, dove si trovano i famosi vigneti dichiarati Patrimonio UNESCO dal 2004. Rientro a Faial in traghetto. Cena libera e pernottamento.

Giovedì 3 maggio - pranzo
Trasferimento all’aeroporto per il volo di linea per Terceira. Prima visita: Serra do Facho con un ineguagliabile belvedere su Praia da Vitoria,  dove ci sono le più grandi spiagge delle Azzorre. Si prosegue poi  per il belvedere di Serra o Cume con una vista mozzafiato sulla valle di Achada. Visita di Sao Sebastiao dove c’è una bella chiese del XV secolo. Continuazione per Algar do Carvao, riserva naturale geologica, formata da grotte profonde oltre 100 metri con magnifiche stalattiti e stalagmiti che si rispecchiano nei laghi interni. Sosta a Biscoitos per ammirare la zona viticola e le pozze che formano piscine naturali d’acqua calda. Sosta ad Angra do Heroismo (la città più antica delle Azzorre, patrimonio dell’Umanità) e, attraversando cittadine e bellissimi paesaggi, si arriva al Monte Brasil con la maestosa fortezza costruita dagli spagnoli. Pranzo durante il percorso. In serata sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

Venerdì 4 maggio - cena
Nella tarda mattinata trasferimento all’aeroporto per il volo di linea per Ponta Delgada, nell’isola di Sâo Miguel. Sistemazione in hotel.
Nel pomeriggio visita della zona occidentale dell’isola. Si raggiungerà il cratere nel quale si sono formati due laghi gemelli conosciuti come il lago Verde ed il Lago Blu. Piacevole passeggiata nel vicino, pittoresco villaggio Sete Cidades dove il blu delle ortensie crea un forte contrasto con i colori dei laghi, delle ripide colline e del cratere. Pranzo libero. Proseguimento lungo la strada panoramica per ammirare lo spettacolare paesaggio.  Soste nei principali punti panoramici.
Infine, visita di una piantagione di ananas. Cena in hotel.
In serata inizio delle celebrazioni della più celebre festa delle Azzorre “Senhor Santo Cristo dos Milagres”, con l’illuminazione del santuario e della città.

Sabato 5 maggio - pranzo
Partenza per l’escursione di una giornata intera che prevede la visita della Lagoa do Fogo e Furnas. Si attraverseranno grandi piantagioni di the (con sosta per visitare la più famosa) e strade delimitate dalle ortensie per arrivare al lago di Furnas dove si vedranno le sorgenti d’acqua calda, le “calderas”, immerse in un enorme prato fiorito. Pranzo tipico cotto nelle sorgenti termiche.  Nel pomeriggio visita del parco botanico di “Terra Nostra”, risalente al 18° secolo, composto da piccoli laghetti, ruscelli, piante esotiche e alberi secolari di grande pregio botanico. Possibilità di fare un bagno in una particolarissima piscina d’acqua minerale calda. Ritorno a Ponta Delgada passando per la città di Vila Franca do Campo.
In serata fuochi d’ artificio per la festa del santo.

Domenica 6 maggio
Al mattino escursione in barca per l’avvistamento dei cetacei (delfini, balene) e tartarughe. Pranzo libero. Nel pomeriggio sfilate in onore del Santo e processione della statua con festeggiamenti che si protrarranno fino a notte. Cena libera.

Lunedì 7 maggio - pranzo
Escursione nel Nord-est dell’isola, la regione più ricca di fiori in Europa. Si raggiungerà Ribeira dos Caldeirões, un parco ricco di cascate e acque calde. Lungo la strada si ammireranno spettacolari giardini fioriti. Pranzo in un tipico ristorante. Continuando lungo la costa si ammireranno gli stupendi paesaggi di Provoacâo. Rientro con soste in tanti, bellissimi punti panoramici. Cena libera e pernottamento in hotel

Martedì 8 maggio
Mattinata libera e trasferimento in aeroporto.
Ore 13,10: partenza per Lisbona con arrivo alle 16,20. Proseguimento per Milano alle 20,45 con arrivo a Malpensa alle 0,20. Arrivo a Cuneo previsto verso le 4 di mercoledì 9 maggio.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €  1880,00
Supplemento camera singola:  € 420,00 ( le stanze singole a disposizione sono poche).
La quota comprende: tutti i trasporti; sistemazione alberghiera (hotel 4 stelle); pasti, comprese le bevande, come da programma; le guide, gli ingressi in programma, l’assicurazione medico-bagaglio.
Non sono compresi: le mance, gli extra personali e le tasse aeroportuali (indicativamente  € 82,00).
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì 12 gennaio, versando un acconto di € 500,00. Il saldo andrà effettuato entro il 30 marzo.
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio al prezzo di € 68,00 per le camere doppie, 90,00 per le camere singole .



SANREMO E IL SUO SPLENDIDO PASSATO
domenica 18 marzo 2018 


Sanremo è una delle più interessanti (e meno conosciute) cittadine del Ponente Ligure, che ha vissuto un periodo d’oro tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, quando era luogo di vacanza di importanti personaggi del tempo, come imprenditori, uomini politici, scienziati, sovrani, tra cui la famiglia imperiale russa e l’imperatrice d’Austria, la famosa Sissi. Di quel periodo conserva bellissime ville e parchi.

PROGRAMMA

Ore 7,00: partenza da Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il mercato delle uve dal ponte sul Gesso – segnalare in agenzia se si sale qui).
Ore 9,30: arrivo a Sanremo e  inizio visita guidata, incominciando dal parco di villa Ormond, ricco di piante esotiche, recentemente inserito nell’elenco dei Grandi Giardini Italiani. Accanto c’è il Museo dei Fiori, con la storia delle produzioni floreali che hanno reso Sanremo celebre nel mondo.
Ore 11,00: visita di villa Nobel, residenza del celebre scienziato svedese , che qui morì nel 1896. La villa oggi è una casa museo con un bel parco.
Tempo libero per il pranzo.
Pomeriggio: visita del centro storico della “Pigna”, la città medievale, con la cattedrale di San Siro, la chiesa Russa, le ville liberty e un piccolo, ma incredibile, parco privato nel cuore della città.
Ore 18/18,30: rientro a Cuneo con arrivo previsto verso le 21,00/21,30

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €  35,00
La quota comprende: il trasporto e la visita guidata.
Non sono compresi: le mance e gli ingressi (prevedere circa 10 €).
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì  9 febbraio, versando l’intera quota.



DANIMARCA - MILLE ANNI DI STORIA A CONTATTO CON LA NATURA
4 - 11 AGOSTO


La Danimarca affonda le sue radici in una storia lunga e travagliata, che inizia con il periodo vichingo per arrivare alla prosperità odierna.
Ha conservato un ambiente ricco e multiforme: si va dagli splendidi giardini annessi ai castelli, ai boschi, al mare.

PROGRAMMA

Sabato 4 agosto
Ore 1,30: partenza da Cuneo in Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazioni (altro punto di carico: Madonna dell’Olmo dal distributore Agip – segnalare in agenzia se si sale a Madonna dell’Olmo) per Milano-Malpensa
Ore 6,25: partenza del volo Easy Jet per Copenaghen con arrivo alle 8,30.
Incontro con la guida e inizio del tour della città: la Vecchia Copenhagen, con  i quartieri di Kongenshave e Ørstends Parken; il Rådhuset (il Municipio) e il Christiansborg (sede del Parlamento); la Radhusplasden, piazza del municipio, che è il punto più centrale della città, dove è facile imbattersi in giovani artisti di strada e dove è possibile ammirare la statua di Andersen.
Si visiterà poi, anche all’interno, Il  Palazzo di Rosenborg, residenza reale estiva fino al XVIII secolo, dove oggi sono custoditi i Gioielli della Corona Danese e i Tesori Reali; il Palazzo di Amalienborg, attuale residenza reale, dove è possibile assistere al Cambio della Guardia ogni giorno alle 12; la Sirenetta di Hans Christian Andersen, adagiata su una roccia rivolta verso la baia della città, e infine la fontana di Geifjon.
Trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere. Cena e pernottamento.

Domenica 5 agosto
Partenza verso Nord percorrendo la panoramica strada costiera. Il Nord della Selandia si snoda in una bellissima campagna aperta, fatta di colline, valli, distese di grano, foreste, laghi e antichi villaggi di pescatori lungo la costa. Nel medioevo i monaci costruirono grandi abbazie e mulini. Diventò poi una zona di caccia privata e il posto prediletto per la costruzione di favolosi castelli reali. Visita del Castello di Fredriksborg, collocato sulle sponde di un lago nella cittadina di Hillerød, con il suo magnifico giardino barocco. Fin dal 1878 è un museo di storia nazionale che attraverso quadri, ritratti, arredamenti e oggettistica illustra 500 anni di storia danese.
Proseguimento per Fredensborg, residenza reale estiva, dove è possibile solo la visita esterna. Anche qui bellissimi giardini.
Si raggiunge poi Elsinore (Helsingør), dove si visiterà il famoso Castello di Kronborg, il castello di Amleto. La vecchia fortezza circondata dai cannoni si fonde perfettamente con il lussuoso castello rinascimentale, creando un edificio storico che non ha pari in Nord  Europa. Visita degli interni e giro per la cittadina che guarda la Svezia. Cena e pernottamento.
Lunedì 6 agosto
Si parte alla volta di Odden per imbarcarsi sul traghetto per Århus, la seconda città della Danimarca, vivace centro universitario. Si visiterà il centro storico con la cattedrale, il quartiere latino, le rive del Vadested e la città vecchia di Den Gamle By, che è universalmente considerata il più grande e completo museo all'aperto di cultura cittadina in Europa. L'ambiente riprodotto è quello della città; ecco dunque ricostruzioni d'interni domestici, botteghe e taverne, strade con cortili e giardini, mulini e negozi.
Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

Martedì 7 agosto
Prima colazione in Hotel e partenza verso Aalborg. Lo Jutland del Nord, la regione turistica più popolare della Danimarca dopo Copenhagen, offre una natura sterminata, spiagge sabbiose e caratteristiche cittadine di mare.
Arrivo ad Aalborg  e visita orientativa della città. In periferia si visiterà il Lindholm Høje, la più grande necropoli vichinga in Scandinavia con più di 700 tombe.
Si continua verso Nord. Sosta per una visita esterna al castello di Voergard e proseguimento per le lunghe spiagge bianche di Skagen, la “città degli artisti”, e per Grenen, il punto estremo della Danimarca. Fra le attrazioni locali si segnalano le dune di sabbia, fra le più imponenti di tutta Europa.
Rientro ad Aalborg. Cena e il pernottamento.

Mercoledì 8 agosto
Partenza verso Sud-ovest. Prima tappa Silkeborg, da dove si raggiunge la panoramica vetta dell’Himmelbjerget (l’escursione può anche essere effettuata con un pittoresco battello).
Si prosegue per Jelling e breve sosta alle pietre runiche e alla chiesa.  Si raggiungerà poi Ribe , la città più vecchia della Danimarca, con le sue tipiche case a schiera, le strade medievali e l'atmosfera romantica del lungofiume.
In serata arrivo a Esbjerg,la città più giovane della Danimarca, sul mare. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Giovedì 9 agosto
Si prosegue per la Fiona.
Visita del castello di Egeskov e dei suoi interni, tra i più suggestivi della Danimarca. Fu costruito a metà del XVI secolo su palafitte, in mezzo ad un lago. Proprietà privata, conserva splendidi arredi ed un vasto parco.
Arrivo a Odensee, la città di  Hans Christian Andersen, ricca di musei e con un interessante centro storico. Visita al villaggio di Funen e al suo storico museo all'aria aperta che contiene fattorie, un mulino ad acqua e uno a vento, botteghe e 24 differenti edifici storici ricostruiti, mattone su mattone, utilizzando materiali provenienti da tutta l'isola.
Venerdì 10 agosto
Prima colazione in hotel e partenza per la Selandia. Prosecuzione per Roskilde e visita della Cattedrale, una delle più importanti della Danimarca,  e del   Museo delle Navi Vichinghe. Oltre a cinque autentiche navi, si vedrà il cantiere dove, seguendo una speciale e antica tecnica di costruzione e utilizzando materiali originali, si ricostruiscono le vecchie barche.
Si raggiunge poi l’isola di Mon e visita di Mons Klint, bianche falesie che strapiombano per quasi 150 metri sul mare.
Sosta e visita esterna del castello di Gavno Slot, dal bellissimo parco.  
In serata arrivo a Copenaghen. Cena e pernottamento.
Dopo cena, possibilità di visita libera del celebre parco di divertimenti Tivoli.

Sabato 11 agosto
Si dedicherà la mattinata al completamento della visita di Copenaghen e allo shopping. Pomeriggio: partenza per Dragor, pittoresco borgo marinaro sulla costa orientale, che conserva bassi edifici con il tetto in paglia.
Al termine si raggiunge l’aeroporto. Volo per Milano-Malpensa alle ore 20,05. Arrivo a Milano alle 22,10. Proseguimento per Cuneo con arrivo previsto verso l’1,30-2 del giorno dopo.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: € . 1920,00
Supplemento camera singola:  € 310,00
La quota comprende: il volo con bagaglio a mano, tasse comprese; tutti i trasporti; la sistemazione alberghiera (hotel 3/4 stelle) con trattamento di mezza pensione; le guide locali parlanti italiano; l’assicurazione.
Non sono compresi: gli ingressi (prevedere circa 110/130 €);  le bevande, le mance. Il bagaglio in stiva (a scelta) costerà circa 60 €
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì 9 febbraio, versando un acconto di € 500,00. Il saldo andrà effettuato entro il 29 giugno.
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio al prezzo di € 68,00 per le camere doppie, 90,00 per le camere singole .



VIAGGI IN PROGRAMMAZIONE
E’ allo studio una visita a Genova per Euroflora che dovrebbe tenersi nei parchi di Nervi tra il 21 aprile ed il 6 maggio (non si hanno ancora indicazioni precise). Qualora non si riesca ad organizzarla, si penserebbe, sempre in maggio, ai giardini di Genova. A giugno stiamo programmando due giorni a vedere le isole di Hyéres. A settembre si pensa a Caserta, Napoli, Pompei. In alternativa: l’Umbria.
Altri viaggi di un giorno verranno programmati nel corso dell’anno.








REGOLE E CONDIZIONI GENERALI RIGUARDANTI LA PARTECIPAZIONE AI VIAGGI
A) PRENOTAZIONE DEI VIAGGI ED ORDINE DI ASSEGNAZIONE DEI POSTI SUI PULMANN
Primo giorno di prenotazione: in tale giorno potranno essere effettuate le prenotazioni, rispettando la coda, sia da parte dei diretti interessati, sia da parte di persona incaricata. Ogni persona, fisicamente presente presso la sede secondaria, potrà prenotare, come massimo, due posti. I posti potranno essere più di due se i Soci per cui si prenota fanno parte dello stesso nucleo familiare anagraficamente convivente. I posti sul pullman verranno assegnati in base all’ordine di iscrizione. Chi non è socio della Pro Natura verrà inserito in elenco solo al termine del primo giorno di iscrizione, se ci sarà disponibilità di posti, dopo aver effettuato la regolare iscrizione all’associazione.
Giorni successivi: salvo l’ipotesi che vi siano da rispettare improbabili code, non sono stabilite limitazioni al numero delle prenotazioni da effettuare.
Si ricorda che le prenotazioni, riservate esclusivamente ai Soci Pro Natura, verranno accettate solo dietro contestuale versamento dell’acconto pro capite previsto dalla circolare di presentazione del viaggio.
Esauriti i posti disponibili, potranno essere accettate prenotazioni in “lista di attesa” senza versamento di acconti.

B) ABBINAMENTI
Gli abbinamenti per la condivisione delle camere nei viaggi di più giorni vanno cercati dal diretto interessato. L’agenzia può proporre eventuali abbinamenti, ma non è tenuta a farlo. Chi non ha abbinamento, verrà sistemato in camera singola con l’aggiunta della relativa quota.

B) RINUNCE
La partecipazione ai viaggi è soggetta alle condizioni generali di vendita dei pacchetti turistici che prevedono le seguenti penali sulla quota di partecipazione in caso di rinuncia :
 10% sino a 30 giorni di calendario prima della partenza
 30% da 29 a 18 giorni di calendario prima della partenza
 50% da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza
 75% da 9 a 3 giorni di calendario prima della partenza
 100% oltre l’ultimo termine di cui sopra
Si ricorda che all’atto della prenotazione del viaggio è possibile, per chi lo desidera, stipulare una assicurazione che copre i rischi di rinuncia.
Qualora chi rinuncia non abbia effettuato l’assicurazione specifica, in caso di sostituzione, l’Agenzia tratterà comunque una quota minima per il rimborso spese

C) INFORTUNI OCCORSI AI PARTECIPANTI AI VIAGGI
Si ricorda che l’assicurazione non risponde quando l’infortunio è da attribuirsi a responsabilità del partecipante per comportamento non corretto, come, a veicolo fermo con porte aperte, durante la salita e discesa dal pullman e sistemazione dei bagagli, o, con veicolo in marcia, se i passeggeri non sono correttamente seduti sulle poltroncine. E’ opportuno ricordare che lo spostarsi o il restare in piedi per conversare con amici e parenti costituisce un rischio che ciascuno dei partecipanti assume personalmente.