Gite in programma

DIVISIONISMO, LA RIVOLUZIONE DELLA LUCE
NOVARA, 15 marzo 2020


A Novara è in corso la grande mostra “Divisionismo, la rivoluzione della luce” nella magnifica cornice del Castello Visconteo Sforzesco. Ha l’ambizione di essere la più importante mostra degli ultimi anni dedicata al Divisionismo, movimento giustamente considerato la prima avanguardia in Italia. Il Divisionismo nasce a Milano nella seconda metà del XIX secolo e annovera figure come Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo,  Emilio Longoni e, soprattutto, Giovanni Segantini.
In mostra sono esposti 70 quadri, molti dei quali raramente visibili al pubblico perché appartenenti a collezioni private.

PROGRAMMA
Ore 7,00: partenza da Corso Giolitti, davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il distributore AGIP di Madonna dell’Olmo – segnalare in agenzia se si sale qui).
Ore 9,30: visita dell’Abbazia benedettina di San Nazzaro Sesia, fondata nell’anno 1000. Oggi si presenta come un complesso fortificato che racchiude la chiesa in stile gotico-lombardo e il chiostro.
Ore 11,00: visita guidata della mostra sul Divisionismo. Pranzo libero
Ore 14,00: visita guidata della Basilica di San Gaudenzio, scrigno barocco che custodisce opere del Seicento novarese e lombardo, e salita sulla cupola realizzata da Alessandro Antonelli, che con i suoi 121 metri d’altezza è un monumento unico nel suo genere. La salita si effettua in parte in ascensore e in parte a piedi con numero chiuso.
Proseguimento con la visita guidata del Duomo di Santa Maria, progettato dall’Antonelli, del Battistero, il monumento più antico della città, del chiostro della Canonica e della galleria d’arte moderna, all’interno dei palazzi del Broletto, un complesso di quattro palazzi medievali. Infine sosta al Biscottificio Camporelli, la pasticceria che prepara i “Biscottini di Novara”, il dolce tipico della città.
Ore 18,00: partenza con arrivo a Cuneo previsto per le ore 21,30.
CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: € 45,00
La quota comprende: il trasporto in pullman, le guide, l’assicurazione. Non sono compresi gli ingressi (circa 15 euro a testa) e le mance.
Il numero massimo di partecipanti è di 30 persone
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire da venerdì 24 gennaio, versando l’intera quota.


IMOLA, FAENZA E L’APPENNINO
tra gessi, grotte e calanchi
16-17 maggio 2020


Imola e Faenza sono due città romagnole cariche di storia. Ma anche il territorio circostante, in particolare l’Appennino imolese, presenta tutta una serie di caratteristiche geologiche e paesaggistiche che meritano il viaggio.

PROGRAMMA
Sabato 16 maggio
ore 6,00: partenza da Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico il distributore Agip di Madonna dell’Olmo – segnalare in agenzia se si sale qui).
ore 11,30: visita del giardino della villa La Babina a Sasso Morelli. Il giardino fa parte dell’associazione Grandi Giardini Italiani. L’impianto attuale, di tipo paesaggistico, presenta le caratteristiche dei parchi ottocenteschi delle dimore signorili della pianura bolognese. Sembra un’isola di verde che emerge nella pianura coltivata. Ricco di specie arboree e arbustive, è oggi proprietà della Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi (CLAI) ed è stato sapientemente restaurato. Pranzo libero.
Pomeriggio: arrivo a Faenza e visita guidata della città con il museo internazionale della ceramica, uno dei più prestigiosi al mondo, il palazzo Milzetti, bell’esempio di architettura neoclassica con interni riccamente arredati; la cattedrale, fra i più notevoli edifici del primo rinascimento in Romagna, l’interessante centro storico.
Sistemazione all’hotel Cavallino (4 stelle). Cena e pernottamento.

Domenica 17 maggio
Ore 8,00 partenza per l’Appennino via Castel Bolognese: Riolo Terme, importante centro termale; Casola Valsegno, grazioso paese, legato all’uso delle erbe officinali; il passo del Prugno, tra coltivi, boschi e panorami a perdita d’occhio; Fontanelice, che sorge su uno sperone roccioso; Borgo Tossignano, nel cuore della vena del gesso e in mezzo ai calanchi; Casalfiumanese al centro di una delle formazioni geologiche più vaste e spettacolari di tutta la Romagna; Croara in splendida posizione panoramica.
Ore 11,00: arrivo a Dozza e visita guidata della Rocca di Caterina Sforza e del centro storico abbellito da dipinti sui muri che hanno trasformato Dozza in una “pinacoteca a cielo aperto”. Pranzo libero a Dozza.
Pomeriggio: visita guidata di Imola: la rocca sforzesca, con una notevole collezione di armi antiche e di ceramiche medievali; il quattrocentesco palazzo Tozzoni, il centro storico.
Ore 18,00: partenza per il rientro a Cuneo con arrivo previsto per le ore 24,00.
CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €  225,00
Supplemento camera singola: € 35,00
La quota comprende: il trasporto in pullman, le guide, l’assicurazione. Non sono compresi gli ingressi (circa 30 euro a testa), le mance e la tassa turistica.
Il numero massimo di partecipanti è di 30 persone
Assicurazione annullamento del viaggio da: € 20,00.
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire da venerdì 24 gennaio, versando un acconto di 100 €. Il saldo andrà effettuato entro il 16 aprile.


LE LENTICCHIE DI CASTELLUCCIO DI NORCIA
2-5 luglio 2020


A quasi quattro anni dal terremoto che ha devastato Norcia e il centro Italia, organizziamo questo viaggio di “solidarietà” per le popolazioni messe in ginocchio dal sisma.
Sul Piano Grande sono state ripiantate le lenticchie e tra la fine di giugno e l’inizio di luglio dovrebbero essere nel massimo della fioritura.

PROGRAMMA
Giovedì 2 luglio
Ore 6,00: partenza in pullman da corso Giolitti, davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: la piazza del mercato delle uve nei pressi del ponte sul Gesso – segnalare in agenzia se si sale qui).
Pranzo libero lungo la strada.
Nel primo pomeriggio arrivo a Narni e visita guidata dell’interessante centro storico medievale, dominato dalla Rocca.
Proseguimento per Terni e sistemazione presso l’hotel Valentino (4 stelle) nel cuore del centro storico. Cena e pernottamento.

Venerdì 3 luglio
Tempo libero per la visita della città di Terni.
Ore 10,00: si raggiunge la famosa cascata delle Marmore, alta 165 metri e con tre spettacolari salti. Visita guidata del parco e delle cascate con un percorso completo della durata di tre ore. Pranzo libero.
Pomeriggio: proseguimento per Leonessa, già in Lazio, piccola cittadina medievale ai piedi dei monti Reatini, e per Monteleone di Spoleto, a quasi 1000 metri di altitudine, importante centro di villeggiatura. Sosta a Roccasporena, luogo natale di Santa Rita, un piccolo borgo alla base di un roccione, noto come lo Scoglio di Santa Rita.
In serata arrivo a Cascia e sistemazione in hotel 4 stelle. Cena e pernottamento.

Sabato 4 luglio
Ore 7,30: partenza per Castelluccio di Norcia per ammirare l’incredibile fioritura delle lenticchie, spettacolo indimenticabile.
Ore 9,00: partenza per un’escursione a piedi (circa 3 ore) lungo la dorsale che costeggia ad ovest il Pian Grande per godere dall’alto dello spettacolo multicolore della fioritura delle specie spontanee dei campi coltivati che, ad inizio estate, dipingono di giallo (senape selvatica), rosso (papavero) e blu (fiordaliso) i Piani di Castelluccio. Il percorso parte a1520 m di altitudine dal valico di Monte Cappelletta e, seguendo il grande anello dei Sibillini, raggiunge il valico di Monte Ventosola (1620 m slm). Poi si scende, su strada sterrata, a Castelluccio. Pranzo libero a Castelluccio.
Pomeriggio: visita di Norcia, patria di San Benedetto, gravemente danneggiata dal terremoto del 2016. Norcia fa parte del parco dei Monti Sibillini. Oltre alle testimonianze storiche è possibile effettuare un’escursione alle marcite, un interessante parco naturale a due passi dalla città.
Rientro a Cascia. Cena e pernottamento.

Domenica 5 luglio
Ore 8,00: partenza. Sosta a Vallo di Nera, uno dei più bei paesi d’Italia, e ottimo esempio dell’eccellenza del restauro umbro. Visita della chiesa di Santa Maria con uno dei cicli pittorici medievali più affascinanti della Regione.
Proseguimento per le Fonti del Clitunno, sede in epoca romana di un famoso oracolo e “fonte” di ispirazione di molti poeti.
Ore 11,00: arrivo a Montefalco, città medievale in cima ad un’altura con splendida vista sui dintorni. Visita guidata del complesso monumentale di San Francesco. Tempo libero per il centro storico e per il pranzo.
Pomeriggio: rientro a Cuneo con arrivo previsto per le 22,30.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: € 410,00
Supplemento camera singola: € 75,00
La quota comprende: il trasporto in pullman, il pernottamento con trattamento di mezza pensione, l’assicurazione, le guide.
La quota non comprende: le mance, gli ingressi (per questi ultimi prevedere circa 20,00 euro), e la tassa turistica.
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire da venerdì 28 febbraio, versando un acconto di 150,00 €.
Il saldo andrà effettuato entro il 30 maggio.
Assicurazione annullamento del viaggio da: € 29,00.


ISLANDA, TRA AMBIENTI PRIMORDIALI
20-29 luglio 2020

Viaggio nella “Terra del ghiaccio”, una nazione che considera i cambiamenti climatici una priorità nazionale, tra paesaggi incontaminati, sorgenti calde, vulcani irrequieti e il parco nazionale più grande d’Europa, il Vatnajökull. E’ un viaggio completo, che tocca tutti gli ambienti che caratterizzano l’isola, con puntate nel deserto dell’interno, tra cui quella al mitico vulcano Askja.

PROGRAMMA
Lunedì 20 luglio
Ore 16.30: partenza da Cuneo in Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il distributore Agip di Madonna dell’Olmo – segnalare in agenzia se si sale qui) per Milano Malpensa.
Ore 22.35: volo diretto per Reykjavik con arrivo alle 00,55 (con l’Italia c’è una differenza oraria di 2 ore in meno). Trasferimento in albergo e pernottamento.

Martedì 21 luglio: Reykjavík - Thingvellir - Geysir - Gullfoss
Partenza per il famoso “anello d’oro”, il principale giro turistico dell’Islanda, con visita di Thingvellir dove si ammira lo “scontro” di due placche tettoniche e dove, all’aperto, si riuniva l’antico Parlamento dell’isola.
Geysir ha dato il nome ai fenomeni di vulcanesimo secondario, ormai rari sul pianeta, che generano potenti getti d’acqua calda intermittenti.
Gullfoss  è la famosa “cascata d’oro”, la regina di tutte le cascate islandesi per la teatralità, la bellezza  e i giochi di luce del suo doppio salto. Pranzo libero.
Pernottamento e cena.

Mercoledì 22 luglio: Landmannalaugar - Fjallabak - Skaftafell
Si inizia con due famose cascate, quella di Seljalandsfoss e quella di Skogafoss, alta 62 metri, dall’ampio e abbondante getto, incassato in potenti masse rocciose.
Si attraversano gli altipiani rocciosi di Landmannalaugar caratterizzati dalla presenza di grandi sorgenti geotermiche e di paesaggi mozzafiato per i contrasti di colore delle rocce, e di Fjallabak, quasi nel cuore del paese, tra l’imponente vulcano Hekla e il ghiacciaio del Vatnajökull. Pranzo libero. Si attraversa il deserto di Skeidhararsandur, distesa sabbiosa dove vivono e nidificano gli uccelli stercorari (Catharacta skua). Pernottamento e cena.

Giovedì 23 luglio: Skaftafell - Jokulsarlon - Höfn - Egilsstadir
Giornata nella natura nel Parco nazional più grande d'Europa, il Vatnajökull, dominato da un imponente ghiacciaio che sarà visibile, tempo permettendo, per quasi tutta la giornata.
Alla Laguna glaciale di Jokulsarlón si effettuerà un tour con un mezzo anfibio per ammirarae il fronte glaciale e gli iceberg che da esso si staccano.
Proseguimento verso i fiordi dell'est lungo la strada costiera che tocca centri importanti come Höfn, incantevoli fiordi, piccoli porti di pescatori, tra rocce scoscese, fino a Egilsstadir, cittadina della zona orientale dell’isola. Pranzo libero. Pernottamento e cena.

Venerdì 24 luglio: Askja
Partenza per la giornata più impegnativa del viaggio (e anche più affascinante) attraverso il deserto che caratterizza tutto l’interno dell’isola. Si percorrono più di duecento km su piste impervie e sabbiose con sullo sfondo il ghiacciaio Vatnajökull. Si raggiunge l’enorme caldera del vulcano Askja, quasi al centro del paese. Il cratere si formò nel 1875 in seguito ad una violenta esplosione. Al suo interno si trova uno dei più grandi laghi dell’Islanda. Pranzo libero.
Proseguimento verso Nord,  fino a raggiungere il lago Myvatn. Pernottamento e cena.

Sabato 25 luglio: Mývatn Dettifoss Goðafoss Akureyri
La zona del lago Myvatn é piena di meraviglie della natura, interessantissima sotto l’aspetto geologico e vulcanologico. Si toccheranno: Namaskard, vasta area di fenomeni geotermici e di solfatare, il vulcano Krafla, ancora attivo, la grande e impressionante spaccatura in un campo di lava di Grjotagia, Dimmuborgir, che in islandese significa “castelli neri”, una vasta depressione con rocce nere dalle forme bizzarre, risultato del consolidamento di grandi blocchi di lava, Hofdhi, promontorio del lago caratterizzato dalla presenza di blocchi lavici che emergono in mezzo ad una rigogliosa vegetazione.
Sosta alla cascata di Dettifoss, un impressionante e scenografico salto d’acqua di oltre 40 metri. L’enorme massa d’acqua che precipita (1500 metri cubi al secondo!) ha un colore plumbeo per i sedimenti glaciali che trasporta. Altro spettacolo: la cascata di Goðafoss, la “cascata degli dei”, dalla incredibile forma ad anfiteatro. In serata arrivo ad Akureyri, la seconda città dell’Islanda. Pernottamento e cena.

Domenica 26 luglio: Akureyri - Flokalundur
Giornata di trasferimento verso la remota zona dei fiordi occidentali, di grandiosa bellezza e poco battuti dal turismo. Lungo il percorso si farà una sosta alla fattoria-museo di Glaumbaer, complesso di edifici del XVII secolo che conservano gli arredi originali.
Si raggiunge la frastagliatissima penisola di Graenlandssund percorrendo i fiordi meridionali, ricchi di interessanti fenomeni vulcanici, fino a Brjánslekur. Cena e pernottamento.

Lunedì 27 luglio: Látrabjarg - ferry to Stykkilsholmur
La prima sosta della mattina sarà alle scogliere di Látrabjarg, all’estremo occidentale dell’Islanda, dove nidificano molte specie di uccelli marini, fra i quali vi sono le pulcinelle di mare. Nel pomeriggio, attraversata del grande fiordo di Breidafjordur in ferry per arrivare a Stykkisholmur. Pernottamento e cena.

Martedì 28 luglio: Grundafjordur - Arnastapi - Reykjavik
La penisola dello Snæfelsness è una delle zone più belle dell'isola con il vulcano a scudo nel quale Jule Verne ha immaginato l’ingresso dei suoi eroi nel “Viaggio al centro della Terra”. Si arriva a Grundafjordur, porto di pesca affacciato su una splendida baia e ad Arnastapi, un minuscolo e silenzioso paesino in riva al mare. Se il tempo atmosferico lo consentirà, si effettuerà una passeggiata panoramica che collega questo paesino a Hellnar (2,5 km di percorso). Rientro a Reykjavik. Cena libera. Pernottamento.

Mercoledì 29 luglio: Reykjavik e partenza
Mattinata libera per la visita individuale della graziosa capitale islandese.
Ore 15.20: volo per Milano-Malpensa con arrivo alle 21,35.
Rientro a Cuneo previsto per le ore 01.00 del 30/7

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE:
con un numero minimo di 21 partecipanti: € 3.470
Supplemento camera singola:  € 693,00
La quota comprende: il volo diretto da Milano a Reykiavic compreso un bagaglio di 20 kg; tutti i trasporti con mezzi privati e i battelli; sistemazione alberghiera con la prima colazione e le cene, eccetto quella della prima sera e l’ultima a Reykjavic; la guida-accompagnatore parlante italiano per tutto il viaggio, l’assicurazione medico-bagaglio.
La sistemazione a Reykjavic è in hotel 3 stelle; nelle altre parti in hotel di categoria turistica, semplici, ma puliti.
Non sono compresi: eventuali ingressi, le mance, gli extra personali, i pasti non menzionati, le bevande, e le tasse aeroportuali (ca € 120/150).
Il programma potrebbe subire variazioni o spostamenti, senza modifiche sostanziali.
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì 28 febbraio, versando un acconto di € 1000. Il saldo andrà effettuato entro il 20 giugno.
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio con un costo a partire da € 138.00

  VIAGGI IN PROGRAMMAZIONE

BOLIVIA: Il viaggio previsto per la primavera è stato annullato causa la situazione politica del paese. Se, dopo le elezioni presidenziali, tornerà la normalità, verrà riproposto nel tardo autunno (novembre/dicembre).

12-20 SETTEMBRE: BASILICATA
Sarà un “viaggio d’autore” per scoprire le incredibili bellezze di questa Regione, con splendide testimonianze della cultura e dell’arte del passato e una natura ancora incontaminata, che va dalle Dolomiti lucane, alle terre dei calanchi. Il fulcro del viaggio sarà Matera, capitale europea della cultura nel 2019.


REGOLE E CONDIZIONI GENERALI RIGUARDANTI LA PARTECIPAZIONE AI VIAGGI

A) PRENOTAZIONE DEI VIAGGI ED ORDINE DI ASSEGNAZIONE DEI POSTI SUI PULMANN
Primo giorno di prenotazione: in tale giorno potranno essere effettuate le  prenotazioni, rispettando la coda, sia da parte dei diretti interessati, sia da parte  di persona incaricata. Ogni persona, fisicamente presente presso la sede secondaria,  potrà prenotare, come massimo, due posti. I posti potranno essere più di due se i Soci per cui si prenota fanno parte dello stesso nucleo familiare anagraficamente convivente. I posti sul pullman verranno assegnati in base all’ordine di iscrizione. Chi non è socio della Pro Natura verrà inserito in elenco solo al termine del primo giorno di iscrizione, se ci sarà disponibilità di posti, dopo aver effettuato la regolare iscrizione all’associazione.
Si ricorda che le prenotazioni, riservate esclusivamente ai Soci Pro Natura,  verranno accettate solo dietro  contestuale versamento dell’acconto pro capite previsto dalla circolare di presentazione  del viaggio. Esauriti i posti disponibili, potranno essere accettate prenotazioni in “lista di attesa” senza versamento di acconti.

Per le altre norme, si fa riferimento alle informazioni inviate nei precedenti Notiziari e consultabili presso la sede secondaria

B) ABBINAMENTI
Gli abbinamenti per la condivisione delle camere nei viaggi di più giorni vanno cercati dal diretto interessato. L’agenzia può proporre eventuali abbinamenti, ma non è tenuta a farlo. Chi non ha abbinamento, verrà sistemato in camera singola con l’aggiunta della relativa quota.

B) RINUNCE
La partecipazione ai viaggi è soggetta alle condizioni generali di vendita dei pacchetti turistici che prevedono le seguenti penali sulla quota di partecipazione in caso di rinuncia :
 10% sino a 30 giorni di calendario prima della partenza
 30% da 29 a 18 giorni di calendario prima della partenza
 50% da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza
 75% da 9 a 3 giorni di calendario prima della partenza
 100% oltre l’ultimo termine di cui sopra
Si ricorda che all’atto della prenotazione del viaggio è possibile, per chi lo desidera, stipulare una assicurazione che copre i rischi di rinuncia.
Qualora chi rinuncia non abbia effettuato l’assicurazione specifica, in caso di sostituzione, l’Agenzia tratterà comunque una quota minima per il rimborso spese

C) INFORTUNI OCCORSI AI PARTECIPANTI AI VIAGGI
Si ricorda che l’assicurazione non risponde quando l’infortunio è da attribuirsi a responsabilità del partecipante per comportamento non corretto, come, a veicolo fermo con porte aperte, durante la salita e discesa dal pullman e sistemazione dei bagagli, o, con veicolo in marcia, se i passeggeri non sono correttamente seduti sulle poltroncine. E’ opportuno ricordare che lo spostarsi o il restare in piedi per conversare con amici e parenti costituisce un rischio che ciascuno dei partecipanti assume personalmente.


APPUNTAMENTI 

PLANETARIO A CERIALDO DI CUNEO 
Nelle ex scuole elementari della frazione  Cerialdo di Cuneo è stato sistemato un planetario per consentire di descrivere il cielo stellato. Il Planetario, proprietà della Regione Piemonte, sarà gestito dal Liceo di Cuneo con la collaborazione della Pro Natura e del gruppo Astrofili Bisalta.